Tag Archive for scorza d’arancia

Oggi Cucino Io! #115: Ravioloni di Mela

RavioloniIo sono un grandissimo fan dei biscotti ripieni, perché sono pochi i tipi di dolcetti che danno una simile soddisfazione. Da tempo mi ripromettevo di voler fare qualcosa con le mele e così ho unito le due cose, preparando questi ravioloni di mela. Gli ingredienti che ho usato sono:

  • 220 g di farina 00
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di burro
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 2 mele
  • 1 cucchiaio di miele
  • Cannella q.b.
  • Scorza d’arancia q.b
  • Un goccio di rum
  • Zucchero a velo q.b.

L’impasto è una tradizionale frolla montata: usate un frustino elettrico per montare burro e zucchero, poi aggiungete l’uovo e, alla fine, farina e lievito. Impastate finché non avete ottenuto un bel panetto compatto, poi mettetelo in frigo a riposare per almeno mezz’ora.

Impasto

Nel frattempo, preparate le mele. Sbucciatele, togliete il torsolo e poi tagliatele a dadini molto piccoli, quindi mettetele a cuocere per qualche minuto in una padella antiaderente aggiungendo miele, scorza d’arancia, cannella e un goccio di rum. Al termine della cottura, fatele raffreddare.

Mele

Dovrete tirare due sfoglie di spessore diverso: quella più spessa (4 mm) costituirà la parte inferiore del biscotto, mentre quella più sottile (2 mm) sarà la parte superiore. Se disponete di un mattarello graduato, la cosa sarà ancora più facile.

Sfoglia

A questo punto, posizionate dei mucchietti di mela sulla sfoglia più spessa, poi ricopritela con quella più sottile, facendole aderire bene l’una con l’altra. Tagliate i biscotti con un coppapasta tondo.

Biscotti

Infornate a 180 °C in forno ventilato per 15/18 minuti, poi una volta cotti fateli raffreddare, cospargendoli alla fine di zucchero a velo.

Finale1

Buon appetito! :)

Oggi Cucino Io! #111: Rondelle al Caffé

Rondelle

I vecchi giornali di cucina di mamma, roba che risale agli anni ’80, sono perfetti per trovare ricette non ancora provate. Spesso e volentieri, però, contengono dosi sbagliate: si parla di impasti che dovrebbero essere sodi e compatti, ma quasi sempre c’è un eccesso di liquidi che li rende molli e collosi. In questa ricetta, nella versione “originale”, c’erano pure 50 ml di vino, oltre a un maggiore quantitativo di burro. Se avessi messo tutto così, l’impasto sarebbe stato perfetto per essere usato con il sac à poche. Gli ingredienti che ho usato per queste rondelle al caffé sono:

  • 200 g di farina di mais
  • 100 g di farina 00
  • 125 g di burro
  • 100 g di zucchero semolato
  • 2 uova
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di scorza d’arancia
  • 5 g di caffé solubile

Impastate tutti gli ingredienti, ricordandovi che il caffé deve essere sciolto in un goccio di latte per potersi amalgamare all’impasto.

Impasto

Dividete in due il panetto e preparate due filoni di 3/4 cm di diametro, che dovrete poi mettere in freezer a riposare per mezz’ora.

Filoni

Una volta pronti, tagliate delle rondelle di circa mezzo cm di spessore e disponetele sul solito stampo ricoperto di carta forno.

Taglio

Spolveratele con lo zucchero a velo, quindi infornate a 180 °C, in forno ventilato, per 20 minuti.

Zucchero

Una volta cotti, tirate fuori i biscotti dal forno e lasciateli raffreddare prima di mangiarli, magari pucciati nel latte per colazione o con un po’ di panna come dolce a fine pasto.

Fine

Buon appetito! :)

Oggi Cucino Io! #107: Castagnole alla Ricotta

Castagnole

Le castagnole sono uno dei dolci tipici del Carnevale e quest’anno ho deciso di prepararle con una piccola variazione, che le rende a mio avviso più delicate (e finirete a mangiarne il doppio). Gli ingredienti che ho usato per preparare queste castagnole alla ricotta sono:

  • 200 g di farina 00
  • 150 g di ricotta
  • 50 g di zucchero
  • 50 g di fecola di patate
  • 2 tuorli d’uovo
  • 30 g di latte
  • 25 g di burro
  • 5 g di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • Scorza d’arancia q.b.
  • Scorza di limone q.b.

Cominciate mettendo assieme ricotta, uova, latte, burro, scorza d’arancia, scorza di limone e zucchero, mescolando finché il liquido non ha raggiunto una colorazione uniforme.

Impasto1

A questo punto, aggiungete farina, fecola, lievito e sale e impastate finché il composto non avrà raggiunto una consistenza cremosa. Potrebbe risultare un po’ attaccaticcio, quindi aggiungete una decina di grammi di farina, se volete. Mettetelo infine a riposare in frigo per almeno mezz’ora.

Impasto2

Tirate fuori la terrina dal frigo e cominciate a creare delle palline di impasto piuttosto piccole. Più sono piccole, meno tempo rimarranno immerse nell’olio e meno si anneriranno.

Pallotte

Riempite una pentola di olio di semi di mais, accendete il fuoco e riscaldatelo fino a 170 °C di temperatura, poi mettete a friggere le prime castagnole.

Pentola

Muovetele di continuo con il mestolo traforato e tiratele su dopo 60/90 secondi, poi fatele asciugare su qualche foglio di carta assorbente.

Carta

A questo punto, ricopritele di zucchero, poi lasciatele raffreddare. Se volete che si conservino per almeno un paio di giorni, mettetele in un contenitore che si chiuda ermeticamente.

Finale

Buon appetito! :)

Oggi Cucino Io! #105: Baci alla Marmellata di Frutti di Bosco

BaciMarmellata

I baci sono dolcetti veloci da realizzare che, con la farcitura giusta, diventano anche estremamente gustosi. L’unione tra il forte sapore delle mandorle e quello acidulo dei frutti di bosco risulta davvero azzeccata. Per preparare questi baci alla marmellata di frutti di bosco ho usato:

  • 150 g di farina 00
  • 150 g di burro
  • 150 g di farina di mandorle
  • 100 g di zucchero
  • Scorza di 1 arancia
  • 3 cucchiai d’acqua
  • Marmellata ai frutti di bosco q.b.

Per preparare l’impasto, mettete insieme in una terrina le due farine, la scorza d’arancia, il burro e lo zucchero. Impastate a mano, non dovrebbe essere un problema. Una volta ottenuto un panetto compatto, dividetelo a metà e mettetene una parte in frigo a riposare per almeno mezz’ora.

Impasto

Aggiungete 3 cucchiai d’acqua all’altra metà dell’impasto, con l’obiettivo di renderlo più molle. La prima metà vi servirà per la parte inferiore del bacio, questa per la parte superiore. Una volta impastato, mettete la poltiglia a riposare in frigo per lo stesso tempo.

Poltiglia

Prendete il primo panetto e dopo averlo lasciato riposare e tirate una sfoglia spessa 4 mm.

Sfoglia

Usate un coppapasta di dimensioni abbastanza piccole per tagliare i baci, poi metteteli su uno stampo rivestito di carta forno e, infine, con il pollice create un piccolo incavo, che vi servirà per farci stare meglio la marmellata.

Baci1

Per la parte superiore dei baci, prendete la poltiglia dal frigo, mettetela in un sac à poche (usando un beccuccio abbastanza largo) e create degli spuntoni col fondo di dimensioni simili a quelle della parte inferiore.

Baci2

Infornate per 15/20 minuti a 180 °C in forno ventilato, poi tirate fuori gli stampi dal forno e lasciateli raffreddare.

Sfornati

Una volta raffreddati, mettete mezzo cucchiaino (da the) di marmellata sul biscotto “tondo” e copritelo con lo spuntone. Lasciateli riposare qualche decina di minuti prima di mangiarli.

Fine

Buon appetito! :)

Oggi Cucino Io! #83: Biscotti al Latte

LatteFinal

Avete voglia di un frollino leggero, poco grasso e perfetto per la colazione? Bene, questi biscotti al latte fanno proprio per voi. Preparateli usando questi ingredienti:

  • 200 g di farina
  • 65 g di latte
  • 50 g di burro
  • 50 g di zucchero a velo
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 3 g di bicarbonato d’ammonio
  • Scorza d’arancia q.b.
  • 1 pizzico di sale

Fate sciogliere il burro nel latte, poi versatelo nella stessa terrina in cui avete messo farina, zucchero, uovo, bicarbonato d’ammonio, scorza d’arancia e sale. Impastate finché non è venuto fuori un panetto compatto.

Panetto

Stendetelo tra due strati di carta forno, poi ripiegatelo in quattro come la pasta sfoglia (l’obiettivo è quello di creare una specie di impasto “multistrato”) e mettetelo in frigo a riposare per almeno 8 ore.

StratiTiratelo dall’alto verso il basso, come nell’immagine qua sopra, finché non ha uno spessore di più o meno 3 mm.

Sfoglia

Con un coltello o una rotella per pizza, tagliate delle strisce di larghezza pari a 2/3 cm, per poi tagliarle perpendicolarmente e creare dei biscotti di forma quadrata o rettangolare.

Quadrati

Disponeteli su uno stampo ricoperto di carta forno e infornate a 200 °C per 12/15 minuti.

Finale

A questo punto, non vi rimane altro che mangiarli, magari inzuppandoli in una bella tazza di latte!

Buon appetito! :)

Oggi Cucino Io! #41: Ciambelline Agrumate con Cuore di Ciliegia

CiambellineQuesta volta ho voluto un po’ sperimentare. Ho trovato in giro per la rete una ricetta per dei biscotti all’olio d’oliva, poco grassi (ma con molte uova, quindi il feldmaresciallo ha dovuto ovviamente trovar da dire) e l’ho modificata con un paio di tocchi personali. Nulla di rivoluzionario, sia chiaro, ma il risultato finale è stato decisamente incoraggiante. Vi elenco quindi gli ingredienti che ho usato per queste ciambelline:

  • 340 g di farina 00
  • 3 uova intere
  • 120 g di zucchero semolato
  • 50 ml di olio extravergine d’oliva (ligure)
  • 8 g di zucchero vanigliato
  • 8 g di lievito per dolci
  • Scorza di 1 arancia
  • Un pizzico di sale
  • Ciliegie essiccate

Ricavate la scorza da una bella arancia grossa, poi mettete uova e zucchero in un recipiente e cominciate a sbattere il composto. Dopo un po’, aggiungete l’olio extravergine d’oliva e la scorza.

Ingredienti

A questo punto, versate il liquido in un’altra terrina in cui avete già messo farina (setacciata), lievito e sale. Cominciate a impastare, è indifferente che lo facciate a mano o con qualche macchinario.

Pre-impasto

Qui devo ammettere di aver probabilmente sbagliato qualcosa negli ingredienti. La ricetta originale, infatti, diceva che l’impasto finale avrebbe dovuto essere compatto e pronto per essere steso con un mattarello. Peccato che a me sia venuto fuori un qualcosa di molto elastico e attaccaticcio, difficile da gestire anche con il sac à poche. Sì, devo ammetterlo, le ciambelline sono state un ripiego dovuto alla situazione, ma in cucina si deve essere pronti anche a questo.

Impasto

Ho così recuperato uno stampo in silicone e, con il sac à poche, ho riempito per tre quarti ciascun stampino. Dopodiché, ho preso ogni singolo pezzo di pasta e l’ho appiattito leggermente usando le mani. In credenza avevo alcune ciliegie essiccate comprate in fiera qualche settimana fa e ne ho messa una per ciambellina.

Stampo

Infornate per circa 15 minuti a 180 °C e poi tiratele fuori dal forno. Ok, dovevano essere semplici frollini all’olio, si sono trasformati in qualcosa di più sfizioso. Non tutto il male vien per nuocere. :)

Ciambelline

Buon appetito! :)