M-Review: Knights of Badassdom

KnightsOfBadassdom

Ci sono film dalla gestazione alquanto travagliata, che ci mettono anni a trovare una distribuzione, per poi comunque uscire estremamente in sordina, con poca pubblicità ed esclusivamente sul mercato VOD/home video. E’ il caso di Knights of Badassdom, girato addirittura quattro anni orsono, nell’estate del 2010, ma che non ha visto la luce fino alla fine dello scorso anno. E pare davvero assurdo, perché il cast è composto da volti piuttosto noti, che recitano in serie TV (come Game of Thrones o True Blood) seguite dallo stesso target di pubblico a cui si rivolge questo film. La storia è quella di un gruppo di amici che amano partecipare a giochi di ruolo live, ma che durante uno di questi evocano per sbaglio alcuni demoni, che trasformeranno il loro gioco in un’avventura incredibile e oltre la realtà. Certo, forse le tematiche sono un po’ troppo geek/nerd, potrebbe dire qualcuno, ma visti gli ascolti che fanno in televisione The Big Bang Theory e le serie sopracitate, non dovrebbero porsi problemi distributivi, per come la vedo io.

Ryan Kwanten (per gli amici Jason Stackhouse) e Peter Dinklage (alias Tyrion Lannister) sono i protagonisti, coadiuvati dal più esperto Steve Zahn e da quei due gran pezzi di signorine che rispondono ai nomi di Summer Glau (alias River Tam) e Margarita Levieva (alias Amanda Clarke). Il regista Joe Lynch, specialista in horror a basso costo, mette in scena uno script ricco di battute divertenti, momenti esilaranti e trovate geniali. Il film ha lo stesso spirito scanzonato di L’Armata delle Tenebre e non è sbagliato dire che ci sono molti punti di contatto tra i due, dall’incantesimo sbagliato all’umorismo che pervade quelli che dovrebbero essere i momenti più macabri (non vi spoilero nulla, ma ce ne sono svariati). Il risultato è una pellicola che diventerà quasi sicuramente un piccolo cult e che merita di essere visto in una serata tra amici, tra una birra e l’altra. Personalmente mi sono molto divertito e ve ne consiglio la visione. Purtroppo, al momento, non potrete recuperarlo in modo legale (è giusto dirlo) ma sono sicuro che vi verrà voglia di rivederlo, se dovesse uscire in VOD/home video anche da noi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *