Oggi Cucino Io! #56: Pizza al Contrario

PizzaQualche settimana fa, mentre preparavo la mia classica dose di biscotti da portare a Milano, mi capita di vedere una trasmissione sul canale Gambero Rosso, in cui l’ospite era Rosanna Marziale, proprietaria del ristorante Le Colonne, di Caserta. La chef presentava la ricetta per cui è diventata famosa, la pizza al contrario, un’interessante variante del piatto italiano più popolare al mondo. La ricetta mi ha molto intrigato, tanto che mi sono ripromesso di provare a farla appena ne avrei avuto l’occasione. Gli ingredienti da usare sono:

  • 170 g di mozzarella in sfoglia
  • 30 g di pane pugliese/toscano croccante
  • 40 g di pomodori Pachino
  • Qualche foglia di basilico
  • Olio q.b.
  • Sale q.b.

Cominciate facendo tostare una fetta di pane o due nel forno o nel tostapane, con l’obiettivo di farlo diventare molto croccante. Tagliatelo quindi a cubetti non troppo grossi.

Pane

Prendete la sfoglia di mozzarella e stendetela su un piano, meglio se in metallo: la ricetta originale consiglia di usare la bufala, che però troverete solo in caseifici o negozi specializzati, non al supermercato, dove l’unica che ho trovato è la Santa Lucia della Galbani.

Sfoglia

Con un coppapasta, create un tondo di diametro pari all’altezza della sfoglia, separandolo poi dai bordi, che vi serviranno successivamente.

Tondo

A questo punto, prendete i cubetti di pane e disponeteli sulla circonferenza della mozzarella, uno vicino all’altro.

MozzPane

Con la parte restante di mozzarella, cercate di ricoprire il pane, in modo da creare quella che sarebbe la “crosta” della pizza al contrario.

Crosta

A questo punto, usate un cannello per rendere più morbida la mozzarella e saldare i lembi della base e della “crosta”, in modo da renderla un tutt’uno.

Cannello

L’operazione non sarà velocissima, sappiatelo, vi ci vorrà qualche minuto per lavorare bene tutta la circonferenza. Dopo aver saldato le due parti, il vostro obiettivo dovrà essere quello di colorire la “crosta”, in modo da farla assomigliare, se così si può dire, a quella di una vera pizza. Procedete col cannello finché non ha raggiunto la colorazione desiderata.

Cannello2

Una volta sistemato l’esterno, farcite l’interno con i pomodorini tagliati in due e con i cubetti di pane, magari ammorbiditi dopo essere stati imbevuti nell’olio. Salate un po’, poi se volete, usate il cannello per dare una maggiore illusione di “cottura“.

Interno

La pizza è pronta, quindi non vi resta altro che servirla.

PizzaFine

Oppure, meglio ancora, mangiarvela, come ho fatto io, con un bella bottiglia di birra scura e corposa (come la Poretti 5 Luppoli che vedete nell’immagine in alto).

Procedura

Buon appetito! :)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *