Oggi Cucino Io! #53: Strudel di Mele dell’Alto Adige #CasaAltoAdige

Strudel

Un paio di settimane fa ho avuto modo di partecipare a uno dei vari e interessanti eventi organizzati da Casa Alto Adige. Dopo quello di Febbraio, dedicato alle farine, questa volta era il turno di un altro dei prodotti simbolo dell’Alto Adige, ossia le mele. Tutto quello che abbiamo assaggiato, dal sidro allo strudel, dai succhi alle varie portate (trovate un po’ di foto sul mio Instagram, usando l’hashtag #casaAltoAdige) era infatti a base di questo frutto e delle sue tante varietà. Il momento “interattivo” della serata consisteva nella preparazione dello strudel.

Strudeliamo

Questa volta, rispetto all’altra, tutto era più facile, in quanto noi partecipanti non avevamo da preparare l’impasto, ma semplicemente limitarci a riempire le sfoglie fornite con mele e tutto il resto, chiuderle, personalizzarle e metterle in forno per ritirare a fine serata il risultato dei propri pochi sforzi. Tra gli omaggi della serata c’era un bel kit, preparato dallo chef Stefan Unterkircher del ristorante Castel Ringberg di Caldaro, per preparare questo gustoso dolce della tradizione altoatesina. Oltre all’impasto erano presenti alcune mele e un preparato composto da alcuni degli ingredienti necessari. Inutile dire che, tornato a casa per il weekend, mi sono dato da fare e ho sfornato qualche strudel. La ricetta completa prevede questi ingredienti:

  • 250 g di farina 00
  • 125 g di burro
  • 125 g di zucchero
  • 1/2 bustina di zucchero vanigliato
  • Scorza di limone
  • 1 cucchiaio di latte
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • Un pizzico di sale

Per il ripieno, invece, servono:

  • 600 g di mele
  • 50 g di zucchero
  • 50 g di pane grattugiato abbrustolito nel burro
  • 40 g di uva sultanina
  • 20 g di pinoli
  • 2 cucchiai di rum
  • 1 bustina di zucchero vanigliato
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • Scorza di limone

Cominciate mettendo assieme burro, zucchero, scorza di limone e zucchero vanigliato, realizzando un composto omogeneo. Aggiungete uovo, latte, farina, lievito in polvere e impastate, facendo poi riposare l’impasto risultante per almeno mezz’ora.

Impasto

Nel frattempo, sbucciate e pulite le mele, poi tagliatele a pezzettini, per mescolarle successivamente a zucchero, pane grattugiato, uva sultanina, pinoli, rum, zucchero vanigliato, cannella e scorza di limone.

Ripieno

Stendete quindi la pasta con il mattarello, ma piuttosto spessa. Lo strudel, infatti, deve avere una certa consistenza.

Sfoglia

A questo punto, prendete il ripieno e stendetelo lungo una striscia al centro del pezzo d’impasto, per poi arrotolare la pasta su sé stessa. Non dovrà essere troppo alto, se vorrete che l’impasto si chiuda.

Ripieno

Chiudete quindi l’impasto e spennellate poi con dell’uovo per unire meglio i due lati.

StrudelVari

A questo punto, con il forno ventilato a 180 °C, infornate per 35 minuti. Con la pasta spessa, d’altronde, non si può fare molto, se lo si vuole ben cotto.

Sfornati

Spolverate con zucchero a velo, se volete, poi preparatevi a gustarlo. Vi piacerà molto, non ho dubbi.

Finale

Buon appetito! :)

2 comments

  1. […] di cui ho parlato la scorsa settimana, quello organizzato da Casa Alto Adige, oltre al kit per lo strudel, ho ricevuto anche un bel […]

  2. […] di cui ho parlato la scorsa settimana, quello organizzato da Casa Alto Adige, oltre al kit per lo strudel, ho ricevuto anche un bel […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *