Oggi Cucino Io! #33: Margherite Ripiene di Mortadella e Formaggio con Funghi e Polvere di Pistacchio

Ravioli

Su questo blog ho sempre dedicato, colpevolmente, troppo poco spazio ai primi piatti, soprattutto perché, cucinando solo nei weekend, mi viene molto più comodo mettermi a cucinare dolci che non a sostituire mamma quando c’è da preparare pranzo e cena per la famiglia. Durante le ultime feste ho avuto modo di poter provare a fare qualche primo in più e queste margherite ripiene con funghi e polvere di pistacchio sono una delle prove più riuscite. Sono partito proprio dal fare la sfoglia, a mano, con questi ingredienti:

  • 390 g di farina 0
  • 4 uova

Qui c’è poco da dire. Mettete gli ingredienti in un recipiente e poi impastate, a mano o con l’impastatrice. Se non siete molto pratici, come il sottoscritto, l’impastatrice è la scelta migliore, altrimenti potete fare tranquillamente a mano.

Sfoglia

A questo punto, va preparato anche il ripieno. Io ci ho messo dentro:

  • 200 g di ricotta
  • 100 g di robiola
  • 100 g di mozzarella
  • 80 g di mortadella
  • Un po’ di noce moscata
  • Un po’ di scorza di limone
  • Parmigiano grattugiato q.b.
  • Pecorino grattugiato q.b.

Mettete ricotta e robiola in una terrina, poi aggiungete mozzarella e mortadella, non prima però di averle passate entrambe, una per volta, nel tritatutto. Mettete un po’ di noce moscata e scorza di limone, poi cominciate a mescolare. Parmigiano e pecorino servono per insaporirlo, quindi mettetene un po’, assaggiate e andate avanti finché non ha il sapore che desiderate.

Ah, ovviamente pasta e ripieno devono essere fatti riposare per qualche ora.

Ripieno

Stendete quindi la sfoglia, magari aiutandovi con una macchina per tirare la pasta. La sfoglia dovrà essere piuttosto consistente, perché deve contenere una discreta quantità di ripieno senza rompersi. Una volta tirata la pasta, prendete un sac à poche e riempitelo con il ripieno, per poi disporlo a distanza regolare sulla sfoglia: un paio di cm tra una pallotta e l’altra.

Sfoglia e ripieno

Usate un’altra sfoglia per ricoprire il primo strato e il ripieno e cercate di far aderire i due strati, usando la punta delle dita per eliminare l’aria presente nel mezzo.

Sfoglia coperta

Con uno stampino a forma di fiore (io ne ho preso uno che uso di solito per i biscotti) create le margherite. Premete bene sulla sfoglia, in modo da staccarle facilmente e non rischiare di rompere i bordi. Con la pasta e il ripieno che ho fatto sono venuti fuori più o meno tre vassoi.

Margherite

Ho optato per un sugo piuttosto semplice, con un suo sapore preciso, ma che allo stesso tempo non coprisse quello del ripieno. Mettete un po’ di porro in una padella, lasciatelo per qualche minuto a passire in brodo o acqua, poi buttate dentro i funghi. Io ho usato un normalissimo misto funghi surgelato, ma nessuno vi vieta di usare quelli che preferite. Tagliateli a pezzi piccoli e poi buttate anche quelli in padella, facendoli andare per qualche minuto con un po’ d’olio.

Funghi

Quando l’acqua per cuocere la pasta sarà pronta, salatela e poi buttate dentro le margherite. Noi, in quattro persone, ne abbiamo mangiate all’incirca 600 grammi. Lasciatele cuocere per qualche minuto, finché non sono venute tutte su.

Pentola

Usate un mestolo forato o equivalente per buttarli nella padella con i funghi, sotto cui avete acceso il fuoco (lento) da un paio di minuti, lasciando scendere anche un po’ di acqua di cottura. Saltate la padella in modo che le margherite prendano bene il sugo e preparatevi a servirle.

Padella

Impiattate e poi spolverateli con la polvere di pistacchio, tritata quanto più finemente possibile.

Piatto

Buon appetito! :)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *