Oggi Cucino Io! #27: Biscottini al Limone (con la Sparabiscotti)

Qualche settimana fa, durante il ponte di inizio Novembre, mia madre è riuscita a mettermi in testa l’idea di acquistare alcuni strumenti da pasticceria casalinga, tra i quali la pistola sparabiscotti. Detto fatto, alla prima occasione, ho tirato fuori 12 € dal portafoglio e mi sono portato a casa l’attrezzo.

Peccato che i primi esperimenti fatti, con la frolla montata che utilizzo di solito per fare i miei frollini da colazione (che vi ho già presentato in diverse varianti), siano stati abbastanza disastrosi. Ho provato a seguire una delle ricette presenti sul libretto di istruzioni dell’arnese, ma anche in questo caso la pistola sparava degli ammassi informi di impasto che avevano tutto meno che le sembianze di biscotti. Mi sono quindi messo a fare una ricerca in rete e ho trovato una ricetta, variante di quella trovata sul manuale, che pareva fare al caso mio e, soprattutto, funzionare. Gli ingredienti da usare per questi biscottini al limone sono:

  • 280 g di farina 00
  • 50 g di fecola di patate
  • 200 g di burro
  • 1 uovo
  • 110 g di zucchero a velo
  • 1 pizzico di sale
  • Succo di mezzo limone
  • Buccia grattugiata di un limone

Cominciate mettendo in una terrina o nella planetaria il burro, adeguatamente ammorbidito, e montatelo per farne una crema. Aggiungete lo zucchero a velo e continuate a montare il composto finché gli ingredienti non si sono amalgamati a dovere.

Aggiungete quindi l’uovo, facendolo andare assieme al composto per qualche minuto, finché l’impasto non ha assunto un colore giallo uniforme, poi versate il succo e la scorza di limone, continuando a mescolare.

A questo punto, aggiungete farina, fecola e sale, che avete mescolato a parte in precedenza, incorporandole pian piano nel composto. Il risultato dovrà avere la consistenza tipica delle frolle montate da sac à poche, molto morbide, ma anche alquanto dense. Il mio consiglio è quello di lasciarlo rassodare un po’, perché se lo utilizzerete appena dopo averlo fatto, il risultato non sarà esaltante nemmeno con questa ricetta. Potete aggiungere altra farina, ma è meglio che lo mettiate in frigo per una mezz’ora e nel frattempo facciate altro.

Quando la frolla sarà a posto, prendetela e riempite la sparabiscotti come mostrato sul manuale allegato (c’era nella mia e c’è sicuramente in qualsiasi altro attrezzo simile). Seguite scrupolosamente le istruzioni, altrimenti verranno fuori degli sgorbi. La sparabiscotti è un attrezzo molto utile, ma va usato in maniera precisa.

A questo punto, utilizzate i dischetti, con la parte liscia rivolta verso l’interno, per creare le forme che preferite. Quando la frolla non risulta abbastanza soda, vi verranno soltanto quelli che fuoriescono da un unico buco. Man mano che la frolla si rassoderà, anche gli altri più complessi riusciranno come si deve.

Infornate per 12/15 minuti a 180 °C, come tradizione per la pasta frolla, poi una volta tirati fuori dal forno, metteteli a raffreddare su una griglia o in un’altra teglia. Io ho fatto biscotti di cinque forme diverse. Ovviamente, con venti forme a disposizione, si può fare di tutto di più. L’importante è che l’impasto abbia la consistenza necessaria per essere usato con l’attrezzo.

Buon Appetito! :)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *