Oggi Cucino Io! #25: Risotto al Radicchio Rosso e Sangiovese

Come molti di voi sapranno, ho origini piemontesi. E se c’è una cosa che una persona con sangue piemontese deve assolutamente saper fare, quella è senza dubbio il risotto. Ho così approfittato dell’ultimo ponte, quello di inizio novembre, per farmi insegnare da mia madre, vera e propria maestra nell’arte della preparazione di questo piatto, a cucinarne uno. Mamma è bravissima in quelli di pesce (ci penserò fra qualche tempo), io ho invece deciso di cominciare da una cosa molto più semplice. Per preparare questo risotto al radicchio rosso e Sangiovese, ho usato (ingredienti per due persone):

  • 150 g di riso (carnaroli o vialone nano)
  • 100 g di radicchio rosso
  • Un porro
  • Mezzo bicchiere di Sangiovese
  • Olio, sale e pepe q.b.

Tritate a coltello il porro, prendete una padella e metteteci dell’acqua leggermente salata o del brodo vegetale, poi buttate il trito e fatelo scaldare finché non si è sciolto, facendo attenzione che non si asciughi troppo per evitare che si bruci.

Tagliate il radicchio a striscioline sottili, poi buttatelo nella padella e fatelo stufare per qualche minuto. Durante la cottura aggiungete il mezzo bicchiere di Sangiovese e lasciatelo evaporare, poi a fine cottura salate e pepate.

Prendete un altra pentola, accendete il fuoco e poi buttateci dentro il riso (possibilmente carnaroli o vialone nano). Il riso va buttato dentro senza nient’altro nella pentola. Fatelo scaldare, verificando la temperatura mettendoci sopra un pugno e, poi, non appena è caldo, versate qualche mestolo di brodo vegetale o di acqua salata e cominciate a girarlo con un cucchiaio di legno.

Lasciatelo andare per qualche minuto versando brodo quando vedete che si sta asciugando e, ovviamente, continuando a girare tutte le volte che effettuate questa operazione. Dopo 5/6 minuti aggiungete il radicchio e andate avanti così finché il riso non è pronto, versando brodo prima che si asciughi e girandolo.

Per cuocere il riso, sono necessari dai 12 ai 18 minuti, dipende da quanto lo volete al dente.

Una volta terminata la cottura aggiungeteci un poco di parmigiano e continuate a girare per mantecarlo, operazione che va fatta a freddo, a fuoco spento. Dopodiché, continuate a girare in modo che butti fuori l’amido e produca un po’ di crema. Più girerete, più il riso sarà cremoso.


A questo punto, non vi rimane altro che servirlo in tavola. Buon Appetito! :)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *