Video: PSY – Gangnam Style

Ammetto di essere totalmente ignorante sul K-Pop. Sono curioso, è un genere musicale talmente stravagante e ricco di idee che mi verrebbe voglia di approfondirlo, per capire cosa c’è dietro e cosa attira il folto pubblico che lo segue, ma per il momento preferisco starne alla larga (ma prima o poi passerò qualche serata a informarmi, lo so). Uno dei fenomeni musicali/virali di questa estate è stato senza dubbio Gangnam Style di PSY, pezzo electro/dance/rap proveniente dalla Corea del Sud. Il video ha superato i 35 milioni di visite in un mese, generando poi una quantità di UGC davvero notevole, tra video di risposta, gif animate, meme e chi più ne ha più ne metta (vogliamo aggiungerci anche il remix con Hyuna, cantante pop coreana, tra le protagoniste del video originale, fuori da 3 giorni al momento in cui scrivo, che ha già raggiunto i 7 milioni di visite).

Che cos’ha di speciale il pezzo? Assolutamente nulla, soprattutto se non si capisce il testo, che è in coreano. Leggendone la traduzione si capisce che la canzone è dedicata alla “ragazza perfetta”, quella che sa quando starsene tranquilla e quando invece deve dare sfogo a tutti i suoi istinti più primordiali. E che cosa sarebbe poi Gangnam? Semplicemente un quartiere di Seoul in cui il lusso e la moda la fanno da padroni. Nulla di speciale, quindi. E’ però il video a essere  irresistibile, per la sua stravaganza e per il suo essere completamente sopra le righe. Lo stranissimo ballo di PSY, il cantante, è talmente fuori di testa da renderlo perfetto per imitazioni, emulazioni e tutto quel che accade di solito in questi casi. Ho provato a resistere un po’ al video, evitando di vederlo nonostante me lo ritrovassi spesso e volentieri sia sul mio feed Twitter che su Facebook, ma alla fine ho ceduto e ne sono rimasto catturato anche io. Se volete un fenomeno estivo, altroché Gusttavo Lima o il Pulcino Pio. OPPA GANGNAM STYLE e sarete tutti felici e contenti. 😀

2 comments

  1. Claudio Angelo Piacentini says:

    Peccato che ti sei dimentica che è anche stata copiata la canzone da una un po’ tecnodance di alcuni anni fa.
    Purtroppo non mi ricordo il nome, ma il motivetto era identico.
    Ciao.
    Claudio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *