V-Preview: F1 Online: The Game

Nota bene: l’articolo è stato pubblicato questa mattina su Wired.it. Lo trovate all’indirizzo: http://gadget.wired.it/news/videogiochi/2012/08/22/f1-online-the-game-vinci-il-mondiale-di-formula-1-direttamente-dal-tuo-browser-183456.html. Questa è la versione “unedited”, senza alcuna modifica. :)

Diversificare l’offerta: deve essere questo il mantra che risuona da qualche tempo negli uffici britannici di Codemasters. Licenze importanti e costose come quelle di Formula 1 e MotoGP (gestita negli ultimi 5 anni da Capcom e attualmente rimasta al palo, mentre sembra prenderà altre strade nel 2013), il gioco di guida tradizionale non è più sufficiente a coprire i costi e si devono quindi trovare nuove strade per allargare il proprio bacino d’utenza.

Quest’anno, Codemasters ha deciso di provare ad accontentare un po’ tutti i palati. Oltre al classico F1 2012, in uscita a Settembre, la software house inglese cercherà di accalappiare tutta la famiglia con il coloratissimo e velocissimo F1 Race Stars, arcade dai personaggi super-deformed previsto per Novembre, ma anche quel nutrito gruppo di giocatori, magari provenienti da Facebook, che vuole limitarsi ad aprire una pagina web e giocare senza stare a pensarci troppo. F1 Online: The Game è la proposta di Codemasters per tutti i sostenitori di Ferrari, Red Bull, McLaren e compagnia bella, che potranno vincere un mondiale di Formula 1 correndo direttamente dal proprio browser. Il gioco, in open beta da poco più di un mese, è accessibile all’indirizzo www.f1onlinethegame.com. Dopo una veloce registrazione, potrai subito saltare a bordo di uno di questi bolidi a quattro ruote e sfidare avversari da ogni parte del globo su tutti i circuiti del campionato mondiale (e non solo…).

F1 Online è un gioco free-to-play, completamente gratuito da giocare, che fa uso di micropagamenti soltanto per acquistare decorazioni e altri upgrade visivi per la propria vettura. Nessun potenziamento al motore o alle parti meccaniche, per intenderci, può essere comprato. Per rendere la vettura più potente sarà necessario sudare sette camicie, vincendo gare su gare, senza possibilità di utilizzare scorciatoie o altri stratagemmi. La struttura di gioco e le modalità disponibili ricordano molto, seppur in versione semplificata, anche se con alcune importanti variazioni, quelle del fratello maggiore per console. Riassumendo, il cosiddetto “Official Mode” ti permetterà di scegliere uno dei team del mondiale e di buttarti subito in pista su uno dei circuiti ufficiali, in gare che possono ospitare fino a 24 giocatori in contemporanea.

Con la modalità Carriera, qui denominata “Crea il tuo team”, vestirai inizialmente i panni di un novellino a bordo della vettura di una squadra con ampie potenzialità di crescita. Il tuo compito sarà quello di portare a termine gli obiettivi definiti dal tuo team manager, in modo da guadagnare punti utili ad acquistare pezzi per potenziare o decorare il mezzo, salendo di livello e sbloccando a mano a mano nuovi circuiti e svariati elementi di gioco. Una volta scelti nome e nazionalità della squadra, avrai la possibilità di personalizzare la vettura e il casco del pilota selezionando una tra le varie combinazioni di colore disponibili. Potrai anche attaccare adesivi, scritte o altre decorazioni, ma soltanto dopo aver cominciato a conquistare gli obiettivi richiesti.

Lo stesso principio, come accennato prima, si applica anche ai miglioramenti tecnici, a motore, aerodinamica e carrozzeria. E’ necessario portare a termine gli obiettivi prefissati dal team per veder comparire nuovi pezzi da montare sulla tua Formula 1. La modalità Carriera prevede anche la possibilità di sviluppare e ampliare il quartier generale del proprio team. Gestire al meglio tutta la catena produttiva, dalla ricerca e sviluppo sino alla produzione effettiva e al marketing permette di rendere la squadra più efficiente e di migliorare le prestazioni in pista delle vetture, acquistando pian piano tutte quelle caratteristiche necessarie per andare a vincere il mondiale.


La modalità ufficiale ha invece un’impostazione molto più diretta: ogni 15 minuti partirà una nuova sessione di gioco che ti darà la possibilità di effettuare la tua scelta tra 3 dei 12 team disponibili. Potrebbe quindi capitarti di ritrovarti a scegliere tra Marussia, Toro Rosso e Force India quando magari vorresti saltare a bordo della Ferrari di Alonso o della Red Bull di Vettel per vincere a mani basse. In questi casi, ti toccherà aspettare la sessione successiva. Dopo aver scelto il team, comunque, potrai cimentarti in gare singole contro altri avversari o anche in veri e propri campionati, di lunghezza più o meno variabile. Se hai semplicemente voglia di allenarti e migliorare i tuoi record, potrai affrontare dei ghost nel classico time attack. Diversamente da quanto accadeva all’inizio della beta, Codemasters richiede di raggiungere almeno il livello 3 in carriera per accedere all’Official Mode. Speriamo di non ritrovare questa limitazione anche nella versione finale, perché sarebbe piuttosto fastidiosa.

L’altra grossa differenza tra le due modalità di gioco, come si può facilmente intuire, è quella relativa ai circuiti su cui gareggiare. In modalità ufficiale saranno disponibili quelli della stagione 2012, tra cui anche la nuovissima pista di Austin in Texas, mentre in carriera dovrai correre su una serie di circuiti di fantasia, sparsi tra paesi come la Gran Bretagna, la Russia e il Sudafrica, talvolta ispirati a piste realmente esistenti. Per dovere di cronaca, va detto che nella beta sono invece presenti le piste del mondiale 2011, che Codemasters provvederà, come detto prima, ad aggiornare a Settembre, non appena il gioco sarà lanciato ufficialmente.

Graficamente, F1 Online è davvero pregevole. Basato sul noto engine Unity 3D, usato ormai in una pletora di titoli per qualsiasi piattaforma, web compreso, il gioco sfrutta una visuale top-down, diventata ormai lo standard per i racing game sviluppati per device mobili e web. Piste e vetture sono una versione ridotta di quelle utilizzate nei titoli per console e lo si nota dalla qualità grafica molto elevata e dalla ricchezza di dettagli presenti su ogni circuito. L’utilizzo di Unity rende scalabile la grafica, consentendo anche a chi possiede vecchi PC o netbook non proprio performanti (N.B.: il gioco funziona anche su Mac) di potersi divertire senza grossi problemi, magari rimuovendo qualche dettaglio di troppo.

Il sistema di controllo è un elemento un po’ straniante, almeno inizialmente: si utilizza infatti il mouse per accelerare, frenare e sterzare. Ci si trova un po’ in difficoltà le prime volte si gioca, visto che non è molto preciso, ma dopo qualche gara si comincia a riprendere il controllo della situazione. L’alternativa è un ibrido mouse/tastiera, con il mouse usato per sterzare e la tastiera per tutto il resto, che si rivela molto pratico all’inizio, ma che non il passare delle gare lascia tranquillamente il passo al metodo “originale”, quello consigliato da Codemasters per giocare.


Non manca molto al lancio ufficiale di F1 Online: The Game. La software house inglese non ha ancora comunicato una data precisa, ma è facile intuire che avverrà attorno al 28 Settembre, release date del fratello maggiore per console e PC. Il gioco ha numerosi punti di forza, tra cui in primis quello di essere free-to-play, ma ancora diversi elementi da calibrare ulteriormente. Il fatto che sia un titolo esclusivamente online, comunque, garantisce un’evoluzione continua e non può che far ben sperare. Io, personalmente, ci sto dedicando qualche ora a settimana da quando la beta è stata aperta; mi piace la Formula 1, non stravedo per i giochi di guida, ma mi sto divertendo davvero molto. Non rimane quindi altro che collegarsi al sito ufficiale, iscriversi e cominciare a giocare!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *