Oggi Cucino Io! #5: Frollini alla Panna

Da quando ho cominciato a cucinare seriamente, ho scoperto che preparare i biscotti è una di quelle cose che mi piace fare di più, siccome mi rilassa tantissimo. Un paio di mesi fa ho deciso di prendere la ricetta del biscotto industriale che mi piace di più (non vi dico cos’è, perché non è per nulla difficile capirlo) e di provare a rifarla. Con l’aiuto del feldmaresciallo (a.k.a. mamma) ho però apportato una piccola modifica, di cui parlerò più avanti, che gli conferisce quel qualcosa in più che li rende migliori degli originali.

Gli ingredienti per questi Frollini alla Panna (ne usciranno almeno 70/80) sono:

  • 500 g di farina 00
  • 50 g di fecola di patate
  • 150 g di zucchero a velo
  • 200 g di burro
  • 1 uovo
  • 5 cucchiai di panna
  • 3/4 di bustina di lievito per dolci (12 g circa)
  • 1 pizzico di sale

Tirate fuori dal frigo sia i 200 grammi di burro che l’uovo un po’ prima di cominciare a preparare gli altri ingredienti: il burro deve sciogliersi leggermente per essere lavorato con maggiore facilità e l’uovo va meglio a temperatura ambiente. Nel frattempo, accendete il forno e portatelo a 170 °C circa.

Pesate quindi nello stesso recipiente i 500 grammi di farina, i 50 grammi di fecola, i 150 grammi di zucchero e i 12 grammi (= 3/4 di bustina) di lievito per dolci.

Tagliate il burro a fette più piccole, in modo da lavorarlo più agevolmente, e mettetelo nella terrina assieme a farina, fecola e lievito. Rispetto alla ricetta originale, che conteneva 100 grammi di burro e 100 di margarina, in questo caso abbiamo messo solo burro. I biscotti saranno più friabili e meno pastosi alla fine, ne vale la pena!

Aggiungete quindi la panna (5 cucchiai corrispondono a circa 5 dosi di panna da caffé), l’uovo e il pizzico di sale.

A questo punto avete due alternative: cominciate a impastare con le mani, usando soprattutto la punta delle dita, oppure, se disponete di una planetaria o di un qualsiasi altra macchina impastatrice, usatela e impastate finché gli ingredienti non sono amalgamati e si è formato un bell’impasto compatto.

A questo punto, prendete una parte dell’impasto, mettetela su un tagliere e cominciate a tirarla con un mattarello, aiutandovi con un foglio di carta per rendere la sfoglia più compatta. Lo spessore ottimale per la sfoglia è 5 mm, ma nessuno vi vieta di farla più spessa (vi sconsiglio invece di tirarla più sottile). Date quindi ai biscotti la forma che preferite usando gli stampini che avete a disposizione.

Mettete un foglio di carta forno su uno stampo, posizionate a dovere i biscotti sopra di essa e infornate per 10/15 minuti (il forno deve essere a 170 °C, come ribadito inizialmente).

Una volta cotti, tirateli fuori dal forno e metteteli a raffreddare. I frollini sono buonissimi anche lisci, ma nessuno vi vieta di guarnirli con marmellata, cioccolata (che, dobbiamo ricordarlo, a me non piace), codette di zucchero o qualsiasi altra cosa vi passi per la testa.


Buona scorpacciata! :)

3 comments

  1. […] necessitavo di una ricetta rapida per farmi dei biscotti da colazione che non fossero i miei soliti frollini alla panna (nonostante siano quelli che preferisco) e mia madre mi ha consigliato un dolce tipico della […]

  2. palka says:

    Fatti oggi, in versione vegana (quindi senza uova e con il burro vegetale al posto di quello normale), veramente spettacolari!
    Grazie :)

  3. […] necessitavo di una ricetta rapida per farmi dei biscotti da colazione che non fossero i miei soliti frollini alla panna (nonostante siano quelli che preferisco) e mia madre mi ha consigliato un dolce tipico della […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *