M-Review: Il Gatto con gli Stivali

L’annosa disfida Pixar-Dreamworks ha per me, da sempre, un unico vincitore. Quasi tutti i film di Lasseter e soci (Cars 2 me lo voglio dimenticare) sono infinitamente superiori alle proposte della rivale, nonostante spesso e volentieri gli incassi, soprattutto in Italia, tendano a premiare quest’ultima. Il Gatto con gli Stivali è un film ambizioso negli intenti, perché riuscire a creare una storia attorno a uno dei personaggi provenienti da un’altra serie (Shrek), per quanto sia il più interessante tra quelli disponibili non era opera facile. Previsto inizialmente per il mercato home video e promosso successivamente all’uscita cinematografica, Il Gatto con gli Stivali è un film piacevole, che intrattiene grandi e piccini e che riesce addirittura a sorprendere in alcuni frangenti.

Certo, tecnicamente le opere Dreamworks non sono valide quanto quelle Pixar e nemmeno in quanto a contenuti si trovano cose molto profonde, però questa volta gli uomini di Spielberg e Katzenberg sono riusciti a creare una storia con personaggi ben caratterizzati, qualche messaggio più “forte” del solito e un tremendo rischio di sceneggiatura nel finale che avrebbe potuto trasformarsi in una debacle, ma che invece dà una marcia in più a tutto l’insieme. Per il resto, un lavoro di buon livello, anche se va segnalata quella che è l’unica nota ultranegativa: il doppiaggio italiano del protagonista, a opera di Antonio Banderas (che, come sapete, è anche la sua voce in originale) è un vero crimine. Avendo visto gli ultimi due Shrek, dove si ripeteva questo strazio, soltanto in originale, non sapevo cosa aspettarmi (e forse era meglio che restassi con questo dubbio).

Alla fine della fiera, si può dire che Il Gatto con gli Stivali consente di passare un’ora e mezza spensierata sia ai bambini che a chi non è più infante da un pezzo. E gli incassi lo dimostrano, visto che il film è stato uno dei più visti in Italia durante le feste appena concluse.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *